Quanto durerà la crisi del Covid 19 ?

Troverai sicuramente qualche sciamano in grado di indicarti la data esatta in cui S&P500 registrerà il minimo di questa crisi innescata dalla diffusione del Covid 19 (dichiarata dall'OMS ormai una Pandemia)... quindi qual'è il contributo che può dare un trader sistematico a questa discussione? Quello di macinare (e presentarvi) qualche numero... 

E proprio mentre stavo lavorando su TradeStation ed Excel per estrapolare un pò di dati mi sono imbattuto in alcune tavole che condivido volenieri perchè raccontano in maniera "fredda" cosa è successo nelle precedenti recessioni (perchè di questo stiamo parlando ormai). 

L'indice S&P500 ha ritracciato ormai i massimi del 19 Febbraio 2020 del 30% (grafico mensile, qui sotto). 

Nel grafico ho riportato anche dove si collocano (in punti indice) i ritracciamenti del 40, 50 e 60%, per darvi modo di comprendere (visivamente) di cosa stiamo parlando, rapportato al Drawdonw delle precedenti recessioni in America. Nella crisi dei mutui suprime del 2007 l'indice era arrivato a perdere, dai massimi, quasi il 57% in 500 giorni, mentre nel 2000, in occasione della bolla delle dot com,  poco meno del 50% in 929 giorni. Nella tabella qui sotto le trovate elencate tutte (la fonte è il sito di Ben Carlson). 

 

Se proiettassimo oggi, la durata di alcuni di quetso mercati orso, ecco dove andremmo a finire (es. se fosse come la crisi dei mutui subprime, per attendere un minimo dovremmo attendere la metà del 2021). E' comunque opportuno sottolineare come il movimento che ha portato gli indici azionari su questi livelli, sia stato il più veloce della storia, ovvero quello che ha impiegato meno giorni per scendere di questa magnitudo. La ripartenza potrebbe essere più rapida che nelle precedenti occasioni, dato che non stiamo parlando di guerre o di distruzione della capacità produttiva, ma di una "pausa". Sono tanti i fattori che potrebbero accelarare o rallentare questo processo di ritorno alla normalità: il successo delle misure per il contenimento della diffusione del virus, il sostengo di Europa e USA alle attività che sono state sospese, la disponibilità di un vaccino o di una terapia efficace...

In periodi di crisi, il Dollaro torna ad assumere il ruolo di valuta rifugio, come si vede nel grafico qui sotto, con la proiezione della variazione percentuale registrata nelle precedenti crisi rispetto alla situazione di oggi.

Anche Oro gioca un ruolo durante le fasi di recessione: la media (di colore azzurro) mostra come le quotazioni salgano, anche se bisogna rilevare che solitamente la salita anticipa di diversi mesi l'inizio di ognuna di queste recessioni prese in esame qui nel grafico. 

Se la prima domanda è quanto ancora si potrebbe scendere, la seconda domanda è quanto tempo impieghiamo per uscirne... e in questa tabella trovate una risposta ad entrambe. 

Interessante anche questa analisi, che mostra come le quotazioni delle società dell'Indice S&P500 si siano disallineate dagli utili effettivamete realizzati. La stessa cosa era successa nel 2001 ma non nel 2008, mentre in questo grafico si vede la situazione quando l'S&P500 era sui massimi.

 

Diamo un'occhiata anche a quello che è successo su alcune Valute, sui Metalli e sui Bond nella precedente crisi dell'autunno 2008. La linea verticale che ho disegnato sui grafici qui sotto, fa riferimento al 1 Gennaio 2009 (2 mesi e mezzo dopo l'inizio del movimento ribassista di metà settembre 2008, con il fallimento di Lehman Brothers): ci sono alcuni elementi che potrebbero farci pensare che questa volta sarà più veloce (temporalmente) che nel 2008. 

Queste Valute (AUD, CAD, NZD, GBP...) hanno registrato un massimo in quei giorni (contro USD, che si conferma sembra una valuta rifugio nelle crisi, ma qui anche contro EUR) per poi scendere già con una certa decisione. L'ultima candela del grafico (mensile) sembra mostrare una dinamica simile anche in questa occasione, anche se è passato appena 1 mese dall'inizio del movimento...

Anche sui Metalli osserviamo una dinamica simile: nel 2008 erano scesi da Settembre a Dicembre per poi salire con una certa decisione... e anche oggi si ripete una dinamica simile. Osservare un massimo sulle valute indicate sopra e una ripartenza dei Metalli potrebbe essere una indicazione che non manca molto al minimo sui mercati azionario (che nel 2008 era arrivato a Marzo).

Anche su Obbligazionario (qui l'ETF TLT-20y) osserviamo oggi qualcosa di simile a quello che avevamo visto alla fine del 2008 (in concomitanza della linea verticale girigia)... 

Ed infine l'indice VIX, tornato sugli stessi livelli dell'autunno 2008 (...ma questo non significa che non possa andare oltre, fate attenzione: non c'è un "tetto" massimo oltre cui non possa salire, e la statistica basata sulle gaussiane o i calcoletti con le deviazioni standard, in quetsi momenti, potete anche metterli da parte). 

Questa tabella invece mostra in termini percentuali il movimento necessario per recuperare ogni volta quel drawdown. Nel 2018, per recuperare quel ritracciamento del -19.8% è servito un +24.7%, mentre nella crisi del 1929, per recuperare un -86.2% c'è voluto un + 625.5%. 

So che avete già sentito questi ragionamenti in uno dei corsi di introduzione al trading online, quando (giustamente) si fa notare quanto sia difficile recuperare un drawdown del conto pari al 30%, e che non basta poi fare un +30% per tornare al punto di partenza ma quasi un+ 45%.

Ma proviamo a toglierci per un attimo la giacchetta del trader per indossare quella dell'investitore. 

Continuare ad accumulare durante un ribasso con un Piano di Accumulo a scadenze predeterminate o con una logica di Scaling In che individui sul grafico dei livelli su cui aumentare l'esposizione, sempre predefinendo le esposizioni e senza usare Leva finanziaria, significa poter intercettare quella salita con un capitale investito differente rispetto a quello con cui si è affrontato la discesa.

Un approccio opposto è quello di lasciare il mercato cadere per cercare di individuare un minimo su cui iniziare a costruire (Scaling In) una posizione rialzista. Lascio a voi la scelta su quale dei due approcci sia più "semplice" seguire. 

Personalmente sto iniziando a costruire una posizione rialzista, in maniera graduale e accettando di arrivare a vedere un ritracciamento maggiore del 60%, ma sto impiegando Opzioni su ETF per sfruttare questa Volatilità Implicita che dal 2008 non toccava questi livelli (non sto usando leva)... ma questo è una altro argomento (che abbiamo già sviluppato in una delle strategie del corso online "The Options Edge"). 

In questo articolo ti ho soltanto presentato alcune statistiche: sia che parliamo di Trading o di Investing, l'idea è che studiando il passato, puoi comprendere meglio il presente e "predere le misure" su ciò che potrebbe succedere.

L'argomento che svilupperemo nelle 4 giornate di Trading Camp in programma a Luglio sarà quello dei Portafogli Rotazionali e dei Modelli Quantitativi di Investimento. Cercheremo di impiegare lo stesso approccio Sistematico (quantitativo) con cui stiamo sui mercati per fare Trading, anche in un ambito differente: quello dell'Investing, dell'Allocazione del Capitale su combinazioni di diversi Asset (azioni, etf, obbligazioni, commodities, ecc...) secondo criteri Meccanici, che quindi possiamo codificare, backtestare, misurarne la robustezza, ma soprattuto REPLICARE. In quattro parole: Rules Based Investing Strategies.

Questi sono alcuni degli argomenti che svilupperemo in queste 4 giornate insieme a Livigno: 

A) I limiti delle scelte statiche di allocazione del capitale

B) Scelte di allocazione dinamica: la costruzione di Portafogli Rotazionali su Azionario e ETF (come effettuare correttamente backtest, analisi della robustezza, misurazione delle performance)

C) Analisi Walk Forward di Portafogli Rotazionali su Modelli Quantitativi di Allocazione:
(li implementeremo tutti, insieme, e potrai toccarli con mano e comprederne le differenze)

- Risk Parity

- Markowitz

- Minimum Correlation

- Ranking (forza relativa)

- Pair Trading e Cointegrated Portfolios

- Beta Neutral Hedged Portfolio

- Statistical Arbitrage sulle componenti di un paniere (Convergence) e neutralizzazione del Beta residuo sul benchmark e fra alcune componenti di un paniere contro il benchmark

- Momentum sulle componenti di un paniere (Divergence) e neutralizzazione del Beta residuo sul benchmark

(se è la prima volta che leggi queste cose, non ti preoccupare: ti faccio un esempio così puoi capire meglio di cosa stiamo parlando... immagina di prendere l'S&P500 e di comprare il 5% delle azioni più "deboli" e allo stesso tempo di andare short sul 5% delle azioni più "forti": questo è un semplice esempio di arbitraggio statistico. Talvolta non sarà possibile recuperare una perfetta neutralità rispetto al mercato, e per questa ragione neutralizzremo il residuo entrando su un ETF sull'S&P500. E tutto questo andrà ripetuto ad ogni rotazione del portfoglio, quando dovrai individuare il nuovo 5% delle azioni più forte e shortarle e il nuovo 5% dlele più deboli e comprarle. Questo è soltanto un esempio: si tratta di operatività molto comuni fra gli hedge funds).

D) Conditional Allocation / Conditional Exposure

(significa variare le scelte di allocazione al verificarsi di eventi esterni: es. inversione della curva dei rendimenti, VIX sopra o sotto certe soglie ...)

E) Portafogli Rotazionali Complessi

(significa affiancare diverse operatività: portafogli di Trading System, accanto a portafogli rotazionali su Azionario e ETF oppure portafogli di Strategie in Opzioni, ecc... una domanda a cui non è immediato rispondere è: quanto alloco, del capitale disponibile, su ogni portafoglio? mantengo costante questa scelta di allocazione? )

F) Dalle scelte (dinamiche) di allocazione del capitale sulle diverse operatività in portafoglio, all'allocazione (dinamica) del capitale fra diversi portafogli

G) Trading Systems su Azionario

H) Il controllo del Rischio su un Portafoglio: derivati sulla Volatilità, il contributo delle Opzioni

I) per finire con quelle "piccole" (...grandi) domande, tipo: la gestione dei Dividendi, la scelta della Leva, la gestione di depositi (o prelievi) periodici (es. come simulare questi portafogli nell'ambito di un Piano di Accumulo, oppure quanto poter prelevare periodicamente senza intaccare la sostenibilità del modello...), il reinvestimento degli Utili per sfruttare l'interesse composto, la gestione della liquidità (cash) in un portafoglio, la gestione di Stop e Target di Portafoglio.

Se trovi questo argomento interessante, ritagliati ancora pochi minuti per guardare questo video dove ti spiego meglio l'idea che c'è dietro al Trading Camp di quest'anno e su che cosa lavoremo. 

 

Fino alla fine di Marzo puoi ancora parecipare sfruttando un early bird che abbatte la quota di partecipazione del 33%: clicca qui per consultare la pagina di presentazione del Trading Camp 2020 di QTLab

Buon trading! 

 

 

Corsi in Partenza

CLICCA QUI PER TUTTE 

LE DATE DEI PROSSIMI 

CORSI IN PARTENZA

 

 

 CORSI A DISTANZA 

 

...NON è in Calendario? 

Ti apriamo SUBITO la REGISTRAZIONE dell'ultima edizione (e ti inviamo le Strategie) in attesa della prossima data, che potrai seguire in sala, oppure collegato a distanza in streaming (la Rifrequenza è SEMPRE Gratis)

 ECCO COME FACCIAMO FORMAZIONE IN QTLAB

 

...in libreria!

VideoCorsi

Video Pillole di Analisi del Mercato o di una specifica Operatività, ma anche Video Didattici sull'utilizzo delle Piattaforme di Trading...
VideoCorsi

Articoli

Il commento ad una Operazione, l'Analisi di una Strategia, o semplicemente la descrizione di una Tecnica... questo ed altro nella sezione Articoli.
Leggi gli Articoli

 

Downloads

Materiali Didattici, le Slide proiettate ai Seminari, codici di Trading Systems, Reports e Software: a tua disposizione!
Downloads



Login

Diventa Trader!

Il Trading è una professione come tante: si può imparare, richiede impegno, ma prima di ogni cosa, un Metodo, che può essere appreso attraverso la frequenza ad un corso...
Percorso in aula

 

... osservando un Trader e affiancandolo nella sua operatività (Coaching Individuale)... 
Coaching 101

 

... o seguendo l'operatività di Trader più esperti attraverso dei Segnali Operativi inviati real time... 
Segnali Operativi

 

QT Lab Community

Il Trading può essere un gioco di squadra: lo diciamo per esperienza... perchè da anni i nostri Trader interagiscono in questa Community, analizzano insieme operazioni, e condividono idee e metodologie. Vuoi farne parte? Basta registrarsi...
Entra in Community

 

Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la navigazione. Utilizzando questo sito e continuando nella navigazione si intende accettata la Privacy Policy e la Cookie Policy 

Puoi bloccare in ogni momento questa raccolta di informazioni seguendo le istruzioni per configurare il tuo browser, contenute nella suddetta pagina. 

Procedere nella navigazione di questo sito web, implica l'accettazione delle condizioni generali di utilizzo e i termini di vendita dei servizi che puoi approfondire in questa pagina.

Quantitative Trading LAB di Luca Giusti - e-mail: [email protected] Tutti i diritti sono riservati. tel: +41 044 586 68 57 oppure +39 02 829 502 73

Questo sito Web non è rivolto a persone giuridiche o fisiche appartenenti a giurisdizioni in cui, in virtù della nazionalità, della tipologia di persona, del proprio domicilio o residenza, della sede sociale o per qualsiasi altro motivo, l’accesso allo stesso, la relativa consultazione, la disponibilità, la pubblicazione, come pure la presentazione di servizi finanziari o la commercializzazione di determinati prodotti finanziari dovesse essere vietata o soggetta a restrizioni. Alle persone cui si applicano tali restrizioni è conseguentemente vietato accedere a questo sito internet. Le informazioni e le opinioni contenute nelle pagine del sito internet e nel materiale in esso contenuto non costituiscono in nessun caso un invito, un’offerta, una raccomandazione o una sollecitazione di acquisto o di vendita, una richiesta o una sottoscrizione di titoli o strumenti finanziari, prodotti o servizi finanziari o d’investimento, né un’esortazione ad effettuare transazioni di alcun genere. Il contenuto del sito internet è stato allestito con la maggiore cura e diligenza possibile. Tuttavia non si fornisce alcuna garanzia circa la correttezza, l’esattezza, la completezza, l’affidabilità o l’attualità dei contenuti proposti. I dati storici relativi ai rendimenti e agli scenari sui mercati finanziari, le prestazioni passate, effettive o indicate da test storici o strategie, non sono garanzia di analoghi risultati futuri. Facendo trading si possono sostenere perdite superiori al proprio investimento iniziale: non si dovrebbe investire o rischiare denari che non si si può permettere di perdere.Per ulteriori dettagli, si prega di leggere le "Condizioni di Utilizzo" nel menù verticale in alto a sinistra. In nessuna circostanza – ivi compresa la negligenza – la nostra società può essere considerata responsabile per perdite e/o danni di qualsiasi natura – sia che si tratti di danni diretti, indiretti oppure consequenziali – derivanti dall’accesso agli elementi di questo sito internet o dal loro utilizzo (o dall’impossibilità di accedere al sito internet stesso e di utilizzarne gli elementi) o da link che portano a siti internet di terzi. Noi non monitoriamo le pagine collegate al sito internet mediante link e decliniamo pertanto qualsiasi responsabilità per i relativi contenuti e per le eventuali prestazioni ivi offerte. La totalità dei contenuti presenti nel sito internet è tutelata dal diritto d’autore. Senza previo consenso scritto da parte nostra non è pertanto consentito riprodurre (anche parzialmente), trasmettere (né per via elettronica né in altro modo), modificare, stabilire link o utilizzare il sito internet per qualsivoglia finalità pubblica o commerciale.Qualsiasi controversia riguardante l’utilizzo del sito internet è soggetta al diritto svizzero, che disciplina in maniera esclusiva l’interpretazione, l’applicazione e gli effetti di tutte le condizioni sopra elencate. Il foro di Bellinzona è esclusivamente competente in merito a qualsiasi disputa o contestazione che dovesse sorgere in merito al presente sito internet e al suo utilizzo.
 
Accedendo e continuando nella lettura dei contenuti di questo sito Web dichiari di aver letto, compreso e accettato le sopracitate informazioni legali.

The material on this website is for information purposes only. Any reference on this Web site to QTLab, the authors, and its affiliated companies should not be construed as an offer or solicitation, directed to residents in jurisdictions where QTLab, by and through any of its affiliates, is not registered to do business. No investment advice or solicitation to buy or sell securities is given or in any manner endorsed by QTLab or any of its affiliates. Charts created using TradeStation. ©TradeStation Technologies, Inc. All rights reserved. No investment or trading advice, recommendation or opinions is being given or intended. Past performance, whether actual or indicated by historical tests of strategies, is no guarantee of future performance or success. There is a possibility that you may sustain a loss greater than your entire investment; therefore, you should not invest or risk money that you cannot afford to lose. For further details please read the "Condizioni di Utilizzo" to see the full set of terms and conditions.

 

www.ForexAcademy.it      -        www.OptionsAcademy.it       -        www.FuturesAcademy.it       -        www.TradingSystemAcademy.it