Crude OIL giù...come costruire un'operazione Long?

Con il mancato accordo in OPEC di qualche giorno fa, ed i prezzi del petrolio che sono scesi a 30 usd, sono in molti a chiedersi quale sia la maniera migliore per costruire una posizione Long sul Crude OIL su un orizzonte di medio / lungo periodo

Il Crude OIL è un mercato soggetto ad un forte CONTANGO e questo sconsiglia l'impiego di ETC che investano sui future sul Crude Oil su scadenze vicine, perchè ad ogni rollover (mensile) si troverebbero a chiudere la posizione sul contratto in scadenza e ad aprire quella sul nuovo contratto ma ad un prezzo più alto (per rendere la cosa chiara a tutti, potete immaginarla come un'iperinflazione che erode lentamente il valore di questo ETC). 

Qui accanto si vede la quotazione di oggi del Crude Oil sulla scadenza fronte mese (poco sotto a 31) e il prezzo di tutte le altre scadenze (mensili) fino a Gennaio 2021, dove in alto a destra leggiamo sulla scala dei prezzi che quota sopra a 37. Ogni pallino, quindi, rappresenta il prezzo OGGI del Crude Oil Future quotato su diverse scadenze (da marzo a gennaio 2021). Cosa succede ad un ETC che ogni mese deve rollare posizioni sui fuure dela scadenza successiva, in presenza di contango? Che vende la stessa cosa ad un prezzo più basso e la ricompra ad un prezzo più alto: questo "consuma" denaro (qusto effetto si chiama anche "drag").

Per rendere meglio l'idea, possiamo graficare l'andamento percentuale dei prezzi del Crude Oil (Future continuous sulla prima scadenza, non rettificato: sono i "veri" prezzi che ha scambiato il future - è la curva VERDE) con quelli di USO, che è il riferimento per gli ETN sul Crude Oil (la curva ARANCIO).

 

Nello stesso periodo, la quotazione del Future è scesa del 45% ma quella di USO dell'85%. 

Ecco perchè potrebbe non essere una buona idea, in presenza di Contango fra le diverse scadenze Future, comprare un ETC come USO per tenerlo in pancia diversi mesi (o anni). Puoi fare qualche trade di giorni o settimane, ma su orizzonti lunghi questo drag si farà sentire... 

Ma nel grafico è presente anche una terza curva (quella AZZURRA): è un ETF che traccia le Aziende del settore Energetico (il ticker è XLE). E qui notiamo qualcosa di più interessante: non sembra essere presente un effetto drag della stessa entità che invece osservciamo su un ETC come USO. Concentratevi dal 2010 al 2014, sul grafico, dove il prezzo del Crude OIL saliva ma USO è rimasto fermo, in laterale, per tutti questi anni. L'andamento di XLE in quel periodo è stato più simile a quello che è sucesso ai prezzi del petrolio. 

E' la stessa cosa di comprare un'azienda del settore petrolifero come ENI?

Un ETF come XLE è un paniere di 29 Azioni di questo settore (ma esistono anche ETF simili in Europa, armonizzati, con anche più componenti). ENI è una singola azienda... credo ci arriviate da soli a capire che il rischio che accettiamo è differente. 

Come costruire un'operazione Long di medio/lungo periodo?

Su XLE, direttamete acquistando le azioni (su un qualche segnale di ingresso) oppure con le Opzioni su XLE, approfittando della Volatilità piuttosto alta che stiamo registrando in questi giorni (e cercando di sfruttarla a vostro vantaggio). Una delle strategie spiegate in questo corso (The Options Edge), fa esattamente questo - è quella che si chiama "Blood in the Street". 

Se invece vuoi approfondire il Trading sulle Materie Prime ti segnalo questo corso (disponibile online) che abbiamo realizato a quattro mani io e Maurizio Mazziero, e dove ti guidiamo nell'analisi delle principali Commodities, indicandoti i fattori che muovono davvero questi mercati, e traducendo queste indicazioni in protocolli meccanici da seguire e idee di trading sistematico (su singole commodities oppure in Spread), basate sulle Stagionalità, sul legame fra materia prima e prodotti derivati (crack spread sugli energetici e crush spread sulla soia)... puoi approfondire meglio i contenuti del corso consultando il programma in questa pagina

Buon trading!

Luca Giusti