Anatomia di un Portafoglio (1° parte)

Nell'ultimo aggornamento, ai primi di Aprile 2019 (che puoi riprendere cliccando qui), l'equity line del Portafoglio composto dai Trading System del percorso Trading System Academy (25 strategie) aveva segnato un nuovo massimo: è tempo di aggiornare la situazione, ripartendo proprio da dove ci siamo lasciati, 4 mesi fa. Questa è l'equity line del Portafoglio composto dai soli trading system che mettiamo a dispozione (a codice aperto) nel corso TRADING AUTOMATICO (che fa parte del percorso Academy). 

 

Si tratta di analisi che includono già i costi di transazione (valgono le stesse considerazioni del precedente articolo), e anche questa volta ho preso in esame solamente cosa è successo dal Gennaio 2018 fino ad oggi. La situazione è decisamente soddisfacente, dato che per questo primo gruppo di strategie (che mantengono aperta la posizione overnight, su un orizzonte di alcuni giorni in posizione) siamo di nuovo sui massimi.

Per questo primo gruppo di trading system, sarebbe più corretto estendere l'analisi già dal 2013, ovvero dalla prima edizione di questo corso, dato che la maggior parte di queste strategie sono in giro da allora (altre, invece, hanno subito qualche ritocco nel 2018 - per questa ragione avevo concentrato l'analisi solo sull'ultimo anno e mezzo). Questa qui sotto è l'equity line di questo portafoglio di trading system, dal 2013 ad oggi. 

Nelle impostazioni qui accanto, si vede come le sole strategie selezionate siano quelle del corso Trading Automatico ("TA"), il sottostante su cui operano, il tipo di strategia (Trend Following o Mean Reverting) e i costi di transazione (per ogni trade, quindi vengono moltiplicati X2 dato che ogni trade è aperto e chiuso).

A seguire, il dettaglio mese per mese di questo Portafoglio dal 2013 in avanti, e quello che sorprende è sempre la regolarità esibita anno dopo anno (che da un corso come Trading Automatico, che ruota attorno a temi quali la Misurazione della Robustezza di una strategia e la Validazione di un Trading System, è la miglior risposta che potesse darmi).

La prerogativa di questi trading system è quella di restare in posizione overnight, così da poteri seguire anche inserendo manualmente gli ordini sulla piattaforma del prorpio broker (ma automatizzandole, su TradeStation o Multicharts, la gestione di questo portafoglio è più semplice) - ma parliamo comunque di 1663 operazioni in 6 anni e mezzo, quindi 255 trade all'anno. 

In occasione del Trading Camp 2018 ho presentato anche un paniere di Trading System IntraDay, poi riproposti anche nel corso INTRADAY TRADING SYSTEMS (che è entrato a far parte del percorso Trading System Academy), arrivando alle 25 strategie elencate qui sopra e che avevo analizzato anche nel precedente articolo. Ed ecco come sta andando questo Portafoglio, sempre dal 2018 ad oggi.

Questa volta l'equity line di Portafoglio si è appiattita: nelle ultime settimane si vede una ripartenza ma non siamo ancora tornati sui massimi.

La prima considerazione è che, questa volta, siano state le strategie IntraDay a fare più fatica (ed in particolare alcune classi di operatività IntraDay, mentre altre stanno funzionando piuttiosto bene).

La seconda considerazione, è bene ricordarlo, è che "nulla è per sempre": qualunque Trading System può andare in crisi o rompersi, specie in anni, come questi, per niente facili per chi fa trading sistematico. 

Perchè non adottare, allora, un approccio più "selettivo" a livello di Portafoglio, individuando un criterio meccanico per posizionarci soltanto sulle strategie che stanno funzionando meglio e mettere "in panchina" le altre, in atresa che tornino a dare segnali di forza? 

Questo è l'argomento che cercherò di sviluppare in questo articolo e nel prossimo (la 2° parte) anche se è bene premetterlo fin da subito, che parlare di Costruzione - Analisi - Gestione di un Portafoglio di Trading Systems è materia piuttosto tecnica, che trattiamo in aniera più esausitva nella giornata Portafogli di Trading Systems (la prossima edizione è in programma proprio a metà Settembre).

Un approccio più selettivo, volto a scardinare l'idea che "tutto è meglio" quando si costruiscono Portafogli, ha anche un'ulteriore esternalità positiva: poter contenere i requisiti di capitale necessati a seguire tutte queste strategie, che solo in termini di marginazione occupata, si agira poco sopra ai 60.000 usd (come si vede nel grafico qui sotto). 

Iniziamo, allora, dal primo accorgimento che potremmo adottare per migliorare le prestazioni di questo Portafoglio:

1) l'impiego di una logica di Controllo del singolo Trading System sulla sua Equity Line. 

Sulla piattaforma Portfolio Builder, poter testare queste condizioni è altrettanto semplice che aggregare equity in un portafoglio. Si definisce il criterio su cui controllare (=Inibire/Riattivare) la strategia e lo si applica a un gruppo o a tutte le strategie elencate poc'anzi.

Ho scelto uno dei criteri più semplici da adottare: monitorare l'Average Trade realizzato sulle ultime N operazioni effettuate. Questo criterio, denominato Rolling AvgTrade, richiede semplicemente di tenere traccia dell'Avegare Trade delle ultime 10 operazioni realizzate da ogni strategia (incliudendo già i costi di transazione), e INIBIRLA non appena scende sotto lo zero. La stessa strategia sarà riattivata  una violta recuperato il punto di uscita ("BackToStopPoint") quindi il livello (sull'equity) precedente allo stacco del sistema .... tutto qua. 

(puoi approfondire meglio il tema del Controllo sull'Equity nella giornata Trading Systems & Money Management).

...e il risultato? 

E' questo qui sotto, con l'equity line di Portafoglio che torna a segnare nuovi massimi proprio in questi giorni. Le strategie sono sempre le 25 iniziali (quelle che mettiamo a disposzione nei corsi Trading Automatico e IntraDay Trading System) ma la differenza, questa volta, è che non tutte sono attive: soltanto quelle che mostrano un Average Trade, calcolato su una finestra scorrevole delle 10 ultime operazioni, positivo (in parole più semplici, quelle su cui sto guadagnando qualcosa dopo gli ultimi 10 trades).

 

...e se avessimo calcolato l'Average Trade di ogni strategia osservando soltanto le ultime 5 operazioni (invece delle ultime 10)?

Il risultato sarebbe ancora migliore, in termini di regolarità. Avremmo guadagnato meno (in termini assoluti)... ma avremmo anche impiegato meno capitale, come si può vedere dal secondo grafico che mostra la differenza nell'impiego del capitale in marginazione senza il Controllo sull'Equity (sopra) e con il Controllo sull'Equity (sotto). 

 

 

Ed infine questo è il confronto fra le metriche delle due alternative di Equity Control considerate (analizzando l'Average Trade delle ultime 5 operazioni, a sinistra, e delle ultime 10 a destra): rispetto alle 1797 operazioni di partenza c'è stata una sensibile riduzione dell'operatività, ma anche un incremento dell'average trade di portafoglio di oltre il 40%, ma soprattutto una maggiore regolarità dell'equity line complessiva. 

Questa è solo una (probabilmente la più semplice) delle logiche di Controllo di un Trading System, e con Strategy Buider e Portfolio Builder (due moduli della piattaforma StrategyLAB) testarne altre, o effettuare test di misurazione della robustezza di una o dell'altra logica di Equity Control, è davvero questione di pochi click.

Prima ho parlato di un secondo accorgimento che potremmo adottare per migliorare le prestazioni di questo Portafoglio:

2) l'impiego di logiche Rotazionali, per rivedere periodicamente la scelta di quali strategie lasciare attive e quali inibire, in base a delle graduatorie (=ranking). 

Ci muoviamo, quindi, da un approccio PASSIVO di gestione di questo Portafoglio, dove ogni strategia resta attiva finchè la logica di Controllo adottata non la inibisce perchè non funziona più, ad un aproccio ATTIVO di selezioni di quali strategie lasciare attive nella prossima rotazione... ma questo è l'argomento che svilupperemo nella seconda parte di questo articolo (oltre a poterlo approfondire meglio nella giornata PORTAFOGLI DI TRADING SYSTEM in programmazione a metà settembre). 

Con questa giornata si chiude il pecorso TRADING SYSTEM ACADEMY che dallo scorso anno è salita a 8 giornate, con l'inserimento del nuovo corso IntraDay Trading System e con il consueto appuntamento con il weekend di Workshop. Questa qui sotto è la struttura di questo percorso di formazione dedicato al trading sistematico, che replichiamo dal 2013, e che continua ad arricchirsi anno dopo anno, affermandosi come uno dei punti di riferimento nel panorama della formazione sui trading system.

Buon Trading (e appuntamento fra pochi giorni con la seconda parte dell'articolo!)