Energetici 1 mese dopo (com'è andata a finire?)

Esattamente un mese fa, in questo articolo (che puoi rileggere cliccando qui), commentavo alcune operazioni sulle Commodities mostrando come le Stagionalità avessero recuperato una certa affidabilità. Si tratta, lo ricordo ancora, di operazioni pubblicate nel servizio Segnali Operativi, ma generate con gli stessi Workspace che mettiamo a disposizione (a codice aperto) nel corso Spread Trading Systems dal Gennaio 2014 (e sono ormai passati più di 5 anni dalla prima edizione).

Ed è proprio nell'articolo di appena un mese fa, che avevamo mostrato l'ingresso Long nella finestra stagionale rialzista del Crude Oil dei mesi di Febbraio-Marzo-Aprile, effettuato dal trading system che utilizziamo per entrare e gestire la posizione.

Un mese dopo, e a pochi giorni dalla chiusura della finestra stagionale rialzista, si trova ancora in posizione con metà dei contratti, dopo avere chiuso il primo contratto su un ritracciamento (TGT-B-L, per allegerire la posizione) e il secondo a target (TGT-A-L sul grafico qui sotto).

Su Heating Oil questa stessa Stagionalità rialzista si è chiusa invece la settimana scorsa: il risultato è stato ottimo anche in questo caso, ma la salita è stata assai meno regolare di quella del Crude Oil, e proprio in casi come questo si può apprezzare un'uscita in Scaling Out.

Questo Trading System (che è lo stesso che utilizziamo per lavorare tutte le Stagionalità sulle  Commodities e gli Spread, e che mettiamo a diposizione a codice aperto nel corso Spread Trading Systems) ha chiuso un primo contratto sul primo ritracciamento grafico importante che Heating Oil ha fatto dopo la buona partenza delle prime due settimane di Febbraio. Da quel momento non è più riuscito a fare nuovi massimi fino alla seconda settimana di Aprile, dove di lì a breve si sarebbe poi chiusa la finestra stagionale. Il Trading System ma chiuso un altro contratto poco prima della discesa dei prezzi sui minimi di fine marzo, per far correre gli ultimi due contratti fino alla fine di questa Stagionalità.

Il risultato finale (la colonnina bianca nel pannello inferiore) è stato di poco inferiore al miglior open profit della vita di questa posizione (l'istogramma verde più alto, registrato nella terza settimana di Febbraio).

Questo è un ottimo risultato, per 2 ragioni:

1) Solo a posteriori conosco quale sarebbe stato il momento migliore per chiudere la posizione (non esistono tecniche infallibili per uscire sui massimi, a parte quelle propagandate dal prossimo cialtrone su Facebook che ha trovato il modo di comprare sui minimi e vendere sui massimi)

2) Poter mantenere aperta una frazione della posizione iniziale, mi ha permesso di cogliere una nuova opportunità, ovvero il rally di inizio Aprile (che difficilmente sarei riscito a catturare chiudendo anticipatamente l'intera posizione).   

E questa stessa gestione della posizione ha mostrata una certa efficacia anche sull'operazione Short sul Wheat sempre riportata nel precedente articolo, che è stata chiusa a metà Aprile, ma dopo avere chiuso 3 dei 4 contratti lungo il primo movimento ribassista, per poi fare correre l'ultimo fino alla fine della finestra stagionale, chiudendo anche in questo caso vicino agli open profit più alti fatti registrare lungo la vita di questa operazione. 

 

Questi sono solo alcuni esempi di come, talvolta, una maggiore attenzione alla Gestione della Posizione (e non soltanto al Setup di Ingresso in posizione) posso restituirci un risultato finale più regolare, ma anche permetterci di cavalcare un movimento che altrimenti non saremmo riusciti a catturare (a meno che non si fosse ripresentato un nuovo setup di ingresso). Per una trattazione più dettagliata delle tecniche di Gestione della Posizione, Scaling IN e Scaling OUT, ma anche per parlare di Dimensionamento della Posizione, Money Management, Trade Dependency e Tecniche di Controllo delle Strategie sull'Equity Line, potete dare un'occhiata al corso Trading System & Money Management.

Per imparare ad individuare (in autonomia e senza abbonamenti ad altri siti), analizzare e misurare l'affidabilità delle Stagionalità sulle Commodities e sugli Spread, l'appuntamento è con Spread Trading Systems, dove ti spiegheremo come utilizzare questi Workspace con il trading system che hai visto all'opera qui sopra (e che ha compiuto ormai 5 anni dalla prime edizione di questo corso), ma anche ad individuare nuove tendenze stagionali su altri mercati.

Vuoi operare con Stagionalità su Azionario o sul Forex (invece che sulle Commodities)? Puoi farlo... perchè l'obiettivo di questo corso è metterti a disposizione tutti gli strumenti per poter lavorare in completa autonomia su qualunque mercato.

Oltre che sulle Stagionalità, lavoraremo anche con Trading System su Grafici Spread su Futures e su Azioni, in modalità Divergence Spread Trading e Convergence Spread Trading, ma sempre in maniera Meccanica (quindi Replicabile). Se sei alla ricerca di un corso in cui tutti questi argomenti vengano trattati in maniera organica ed esausitiva, allora questa è la giornata giusta.

In questi giorni trovi anche una  PROMOZIONE  di cui puoi approfttare per seguere queste giornate con riduzioni importanticlicca qui per tutti i dettagli!