Le Strategie sul VIX (4 anni dopo)

A distanza di 4 anni dalla prima edizione del corso Trading Meccanico sul VIX (Ottobre 2014), e a poche settimana dalla partenza di una nuova edizione di questo corso (il prossimo 13 Ottobre), è tempo di fare un bilancio e vedere come si sono comportare queste strategie.

Si tratta, lo ricordo, di Trading System che ho iniziato a mettere a disposizione a codice aperto in questa giornata di formazione che replichiamo ormai da 4 anni: strategie poco convenzionali, e proprio per questo così interessanti, perchè diverse da tante altre che magari già abbiamo in portafoglio. 

Questi Trading System sono in tutto una decina (Trading Meccanico sul VIX è uno dei corsi più "generosi" da questo punti di vista): alcuni sono già pronti per essere agganciati, altri sono la traduzione in codice di un'idea "grezza", su cui non ho applicato nessuna sovrastruttura pechè già così il risultato è interessante. Alcuni di questi trading system appartengono al mondo dei Quant, piuttosto che a quello dei Trader Sistematici (si tratta di due comunità di operatori che spesso vengono confuse, ma che invece hanno caratteristiche differenti): certi risultati un pò più "grezzi", sono ottenuti in alcuni casi senza alcun parametro libero nella strategia, semplicemente sfruttando delle dinamiche che ritroviamo sulla volatilità, codificabili in poche righe easy language, ma che richiedono qualche sforzo in più, a monte, per essere comprese.

Non è il primo resconto che faccio su queste operatività: questi, ad esempio, sono alcuni degli articoli che pubblico periodicamente dove dò conto di comte stanno andando queste startegie.

Idee Semplici, ma Non Convenzionali (tante maniere per fare Trading sul VIX)

Il 5 Febbraio 2018 di SPY e VXX...

Iniziamo da una delle strategie più classiche per operare sul Future della Volatilità Implicita: l'operatività sugli spike di Volatilità (e non a caso, questo trading system prendi il nome di "Spike Hunter").

Nei primi mesi del 2018, con i mercati azionari che ritracciavano, questa strategia ha messo a segno tre operazioni positive, che si vedono non solo sul grafico qui sopra ma anche sull'equity, con la "rampa" finale che ha riportato il trading system sui massimi di sempre. 

Dal Future VX all'ETN VXX sulla Volatilità Implicita: questa è una strategia Breakout che si presta molto bene a proteggere portafogli azionari o anche operatività come gli Short Strangle con Opzioni su Futures su Indici Azionari. Anche in questo caso, è possibile vedere cosa è successo dalla prima edizione del corso dell'Ottobre 2014 fino ai giorni nostri... 

La versione di questa startegia che suggerisco per proteggere esposizioni sui mercati azionari, è in realtà questa qui sotto: l'equity è meno regolare ed è caratterizzata da quelle brusche partenze a rialzo... ecco, questi strappi a rialzo sono esattamente concomitanti ai crash del mercato azionario, ed è per questo che suggerisco di usare questa versione se la finalità è quella di proteggere un portafoglio. 

Sull'ETN VXX (così come sul Future VX) si può lavorare anche con delle strategie più veloci, IntraDay: questa qui sotto è un esempio... siamo su VXX e il trading system chiude tutte le sue operazioni a fine giornata (sfruttando la possibilità offerta dai broker americani di poter lavorare in marginazione intraday 1:4 invece che 1:2 quando si porta il trade overnight). 

E' possibile sfruttare certe dinamiche della Volatilità Implicità anche per lavorare direttamente sul mercato sottostante: questa è una strategia che lavora su SPY (l'ETF dell'S&P500) guardando cosa succede sull'Indice VIX e sullo SKEW Index (che spieghiamo come utilizzare nel corso).

Anche qui stiamo lavorando SPY osservando la Volatilità Implicita, ma al contrario del trading system precedente (mean reverting), questo ha un'anima trend following che ha perfomato bene nei primi mesi del 2018 quando invece tante strategie mean reverting hanno fatto fatica. 

 ...ed infine entriamo nel mondo del Trading Quantitativo con gli ultimi 4 trading system che lavorano in maniera decisamente poco convenzionale: si tratta di equity line meno regolari perchè ho preferito presentare l'idea "grezza", senza alcuna sovrastruttura (quindi senza setup di ingresso, gestione della posizione, ecc...), per mostrare il reale potenziale offerto da certe relazioni che è possibile sfruttare su questi mercati. 

Ho evidenziato con lo sfondo giallo, la porzione di equity successiva alla prima edizione del corso Trading Meccanico sul VIX di Ottobre 2014, così da vedere subito quello che è successo dopo. Nelle prime due equity lavoriamo in Spread fra due Future della Volatilità Implicita (a sinistra), e fra un ETF  azionario e il future sulla volatilità implicita (a destra). Le due equity con lo sfondi colorato mostrano invece due strategie a mercato il 100% del tempo, per poter estrarre il contango da Crude Oil e da Natural Gas: due mercati che hanno qualcosa in comune con la Volatilità Implicita.

   
   

...questo il resoconto periodico di come stanno andando queste operatività che presento nel corso Trading Meccanico sul VIX.

Questi trading system (e queste equity line) non sono altro che la traduzione, in codice, di dinamiche tipiche della Volatilità Implicita che spiego durante questa giornata: semplicemente un modo per andare al di là di una spiegazione e misurare se, effettivamente, qualcosa di buono c'è... ;-)

Se sei un trader in Opzioni (e per te conoscere in maniera approfondita queste dinamiche sulla Volatilità Implicita non è un optional) o se sei sempliemente alla ricerca di trading system meno convenzonali da affiancare ad altre startegie che hai già in portafoglio, allora l'appuntamento è con una nuova edizione di Trading Meccanico sul VIX!