Lo strano caso del signor Barrick (e l'importanza della qualità del dato)

Barrick Gold (ABX): è solo un esempio (ed ogni giorno ce ne sono a decine), di anomalie legate ai prezzi che vediamo a video. Non dipende dal broker (il problema, infatti, è analogo per tutti): si tratta di errori, che vengono corretti a mercati chiusi, come quello che è successo ieri sul titolo ABX, il cui grafico è riportato qua sotto:

...vedete questa ombra "anomala" con un massimo a 18.69? ...è un errore... e ieri sera, in chiusura di contrattazione, questi spike era presente sui grafici di ogni piattaforma, creando qualche problema a chi impiega trading system programmati per passare un ordine all'indomani, sul massimo del giorno precedente (che si trova però ad un prezzo irragionevole). Durante la notte ci sono piattaforme (broker) che vanno ad effettuare rettifiche e a "pulire" queste anomalie, e piattaforme (broker) invece che non puliscono la seria storica, lasciando questi spike che non fanno altro che andare a far sballare indicatori o trading systems.

L'immagine che vedete sopra è di un broker che non fa queste rettifiche (e, ad oggi, continua a riportarmi sul grafico questo spike senza essere intervenuto per "fare pulizia"): questa che vedete sotto invece di un broker che fa queste rettifiche nel corso della nottata...

...lo spike delle 14:30 è sparito ed il trading system agganciato su questa serie storica (o qualsiasi indicatore calcolato su di essa) può riprendere il suo funzionamento, mentre invece il trading system che viene alimentata con la serie storica del primo grafico, si ritroverà a fare calcoli sballati.

Quando si fa trading (in particolare trading meccanico) la qualità del dato è fondamentale, ed è fondamentale che il fornitore di questo flusso dati adotti a fine giornata le opportune rettifiche per mantenere questa serie storica "pulita" e senza queste anomalie nei prezzi (altrimenti l'alternativa è che le correggiate da soli, manualmente, ogni sera, confrontando i prezzi con quelli di un secondo fornitore di dati più affidabile... ma a questo punto, tanto vale usare il secondo, no?)

Perchè sto scrivendo un articolo del genere? :-) ...per diverse ragioni...

La prima è che noi inviamo segnali ogni sera sul mercato azionario e talvolta può succedere che uno degli ordini riporti "SellShort ABX a 18.68 limit" (proprio il massimo di quello spike che vedete sul primo grafico): inviandoli dopo la chiusura dei mercati, può succedere di vedere queste anomalie, che non si verificherebbero inviando gli ordini al mattino (con la serie storica che è stata ripulita da questi errori), ma comprendiamo che per chi lavora sia più comodo impostare in piattaforma i propri ordini alla sera.

La seconda, ben più importante, è che i risultati di un trading system possono divergere sensibilmente quando fatto girare su serie storiche "grezze" dove non c'è la minima manutenzione: quello che può sembrare una anomalia o un caso isolato, si ripete invece molto più spesso di quanto uno possa immaginare. Alimentare una piattaforma su cui gira un sistema meccanico, con il flusso dati del primo grafico (senza rettifiche), è probabile che porterà a risultati molto diversi da quelli attesi (o documentati dal fornitore di tale sistema, che l'ha sviluppato e lo utilizza su serie storiche di migliore qualità). 

Un errore che spesso si commette quando ci si orienta a piattaforme indipendenti, è pensare che, siccome si possono interfacciare al flusso dati di un broker, non sia necessario un fornitore dati ma si possa fare affidamento su serie storiche grezze su cui non viene fatta alcuna manutenzione durante la notte. E' una soluzione che vediamo sempre più spesso adottata da chi sta muovendo i primi passi in questo mondo: le ragioni sono molteplici... o perchè l'ha vista usare da qualcuno con più esperienza (che però probabilmente usa un flusso dati esterno a pagamento)... o perchè pensa (erroneamente) di non avere bisogno di un fornitore di dati serio, dato che può usare i dati che gli fornisce gratuitamente il broker. 

La terza ragione è che, se queste anomalie si presentano su mercati regolamentati, provate a pensare a quello che può succedere sulle serie storiche di prodotti over the counter come il mercato valutario. Un trading system sviiluppato su una piattaforma che usa i dati del broker A e che guadagna, potrebbe perdere se fatto girare sulla stessa piattaforma, ma che usa invece i dati del broker B. Anche sul forex è importante orientarsi ad un fornitore dati che faccia manutenzione su questi strumenti con la stessa cura con cui la fa su strumenti regolamentati.

...e stiamo solo sfiorando la punta dell'iceberg, perchè non intendo aprire il capitolo sui Volumi, dove trovare un fornitore di dati realmente affidabile è non solo difficile, ma parecchio costoso, così come ragionare sulla qualità intrinseca del dato: se torniamo ai due grafici precedenti, se prendiamo un tick chart del primo fornitore e le confrontiamo con un tick chart dello stesso strumento preso dal secondo, è facile accorgersi come nel primo manchino una buona parte dei tick (semplicemente perchè il flusso in uscita del primo fornitore, per risparmiare banda, aggrega i tick che invia alla piattaforma, e mi fa perdere la granularità necessaria).

 

...fate attenzione: lo strano caso del signor Barrick si ripresenta sotto altro nome, molto più spesso di quanto possiate pensare...

 

Vi aspetto il prossimo 17 Maggio nella giornata Trading system & Money Management: sarà l'occasione per riprendere questi discorsi, allargando il tema anche all'automazione di strategie e a concetti quali il position sizing ed il position management. Il programma dettagliato è disponibile in questa pagina.